TESTIMONIANZE

Margareth, colei che risveglia le persone.
Il mio percorso di crescita personale, seguito e accompagnato con sapienza delicata da Margareth, mi ha permesso di raggiungere la mia vera essenza, di liberarmi dalle incrostazioni, create dalle paure e dalle convinzioni del passato, che coprivano da anni il mio sapere istintivo.
Grazie alle sedute di Corpocoscienza sento la connessione mente-cuore-corpo viva e presente e questo mi porta a vivere la mia vita e le relazioni con gli altri con maggiore consapevolezza, gratitudine e fiducia.
Barbara

 

Scrivere questa testimonianza è stato come ripercorrere il viaggio attraverso me stessa, lungo quasi dieci anni di corpocoscienza con Margareth. Ha fatto riaffiorare molti ricordi e riflessioni su eventi passati e presenti, su rapporti, amicizie, così come sui momenti di grande difficoltà e di grande gioia.
Ho conosciuto Margareth per caso, partecipando con una mia amica ad un workshop di corpocoscienza, mi aveva incuriosito molto l’idea del “fisico”, una sorta di psicomotricità (come si fa con i bambini) mista  al sentire interiore.
Dopo l’incontro, ogni tanto ripensavo a come si era svolto, alle sensazioni che avevo sperimentato durante il workshop  …. dentro di me si era accesa una lampadina: era come se tutto questo fosse in un certo senso familiare.
Non avevo mai frequentato corsi di alcun tipo, anzi, me ne stavo bene alla larga perchè li ritenevo stupidi ma soprattutto occasioni per “imbrogliare” i creduloni…
Ho così chiamato Margareth richiedendo un incontro individuale e da lì è iniziato tutto….da quella sensazione di familiarità col metodo che mi ha portato a fidarmi: stavo attraversando un momento molto critico, di completa rivoluzione di me stessa e stavo cercando qualcuno che mi  tenesse per mano delicatamente, che “fosse con me per proteggermi” quando non sapevo dove andare e quando non riuscivo a riconoscere che cosa fosse giusto e che cosa sbagliato.
Lei è stata la persona che è riuscita ad aprirsi un varco su un terreno accidentato per arrivare a me, sorreggermi, prendermi per mano ed aiutarmi e riprendere ad abitare la mia casa senza alcuna forzatura e senza essere invasiva.
Ho un particolare debito di gratitudine nei suoi confronti, definirlo un “aiuto pratico” significherebbe diminuire l’importanza del suo contributo alla mia esistenza.
Margareth mi ha sempre aiutato, saggiamente. E’ stata l’unica che mi abbia fornito risposte con parole che mi hanno confortata per quasi dieci anni. Il suo supporto è stato per me un trampolino, per avere il coraggio e la forza per tuffarmi  nella mia vita. Sono stata profondamente rapita dal suo lavoro, dalla sua vivacità e dal suo entusiasmo. Lei ha saputo scolpire, scrivere, leggere volumi e volumi di emozioni, vagare accanto a me lungo i fiumi della mia anima per assicurarsi che fossi in grado di “reggere”, ancora più materna di una madre, ancora più vicina di una sorella, con il suo calore e la sua capacità di modellare con la sua innata gentilezza.
E’ stato grazie al suo costante aiuto che il mio sentiero è stato reso un po’ più aperto e un po’ più facile e con tenerezza infinita…con il sostegno e l’aiuto di Margareth siamo riuscite  a stabilire una connessione con me stessa…
Quando ti credi perduta per sempre, anche il frammento di una vecchia canzone familiare ti guida lungo il sentiero….questo è stata ed è tuttora Margareth per me: è CASA.
Ricordo con tenerezza il momento in cui ho capito che quel calore, quella sensazione all’interno del mio corpo alla quale Margareth mi aveva ormai abituato a sentire durante i nostri incontri individuali ero semplicemente io, ricordo di aver detto: “Ma allora sono FORTE!”  e Lei mi rispose “Si, lo sei!”.
Margareth mi ha insegnato come fidarmi di me stessa, come riconoscere la materia di cui sono fatta senza apporvi giudizio alcuno….mi ha insegnato ad accettare…. ad integrare, ad abbracciarmi così profondamente da perdermi dentro di me per poi scoprire che in realtà ci sono sempre stata. Mi ha insegnato a STARE.
A stare nella mia vita, a stare in ogni infinitesimo attimo che compone ciò che sono; mi ha insegnato anche l’importanza del lasciar andare e dello scappare se necessario, se in quale momento è troppo …
Da qui poi inizia un’altra avventura……
Benedetta

 

Mi fermo e ascolto,
Ogni volta e’ un nuovo inizio,
E, Margareth è lì con me.
Sento la sua presenza,
C’e’ anche nel silenzio,
senza dire,
senza fare niente
ed io mi sento libera.
Il suo calore mi rassicura.
Il suo respiro mi accompagna.
Non c’è alcuna fretta,
non c’è nessuna regola,
mi sento attesa,
rispettata,
accolta
semplicemente
così come sono.
Il mio corpo si risveglia.
Il mio respiro scorre,
in ogni piu’ piccola parte.
Ci sono,
presente e
in armonia col tutto.
Elisa

 

Dopo un percorso di anni sono arrivata a casa mia. Pensieri, parole, niente è così autentico come “il sentire “ il proprio corpo.
L’esperienza straordinaria di corpocoscienza è stato anche il spogliarsi di ‘energie’ o ‘forze’ della mia famiglia dove sono cresciuta che erano ‘presenti’ in me e che scoprendole e integrandole mi sono liberata di esse.
Renata

 

Mi chiamo Erica, ho 45 anni tra qualche giorno e sono impiegata in un ufficio commerciale. Quando Margareth mi ha chiesto se volevo condividere l’esperienza fatta, ho accettato con gioia, perché credo sia la cosa più importante che ho fatto negli ultimi anni.
Perché ho scelto proprio corpocoscienza? Per caso, su suggerimento di una donna che mi ispirava: Margareth + Rebirthing mi disse. Detto, fatto: prendo appuntamento con Margareth che mi dice subito di non aspettarmi miracoli, ottimo penso, perché io nel miracolo ci speravo!
Invece di fare Rebirthing, la seduta è di Corpocoscienza; beh, non conosco nè l’uno, nè l’altro, poco male. Margareth mi chiede come sento il mio corpo…che??? E’ questa la terapia? Niente di difficile, mi fa delle domande, mi guida un po’ ed io descrivo ciò che sento.
Dopo qualche tempo le mie sensazioni fisiche si intensificano: il corpo è più caldo e reattivo…non so perché ma il mio corpo è diverso e questa cosa mi spaventa tantissimo perché “succede e basta”, non sono io che la comando, bombardo Margareth di domande e la risposta è sempre la stessa: è un fatto, è solo nuovo, abbi fiducia.
Che cos’era successo allora? Beh…ora riesco a dirvelo: ERO PIU’ VIVA, nel senso letterale del termine, avete presente come quando si è innamorati o entusiasti e l’energia e percezione aumentano, ecco un po’ così, che non significa che mi sveglio saltellando di gioia come Heidi, no, significa che VIVO la mia vita, nella più totale umanità, semplicità e con tutte le fragilità e contraddizioni che ci sono…E VA TUTTO BENE. WOW…me lo dico da sola…per anni ho creduto che qualcosa in me andasse CURATO ed ho frequentato vari specialisti e corsi per questo…poi arrivo da Margareth e mi dice: “non posso sapere quello che è meglio per te, devi scoprirlo tu stessa… WHAT ?????. e così ho iniziato a SENTIRMI E A SEGUIRE CIO’ CHE SENTIVO “NATURALE”. Un esempio: fare una passeggiata in più con la mia amica con cui mi sento a mio agio, essere me stessa sul lavoro, mettendoci del mio dove possibile.
Ho scoperto il segreto della felicità? Noooo, ma sento nel cuore che non c’è amore più grande per me, per chi amo e incontro che “essere me stessa”, perché non c’è uno uguale all’altro e siamo tutti preziosi e insostituibili…è come se la melodia dell’universo non potesse essere così meravigliosa senza l’apporto di ciascuno…sto sognando dite? Certo, ma è la proiezione di CIO’ CHE SENTO.
Erica

 

Diciamo la verità, non mi sarei mai aspettato, conoscendomi, di provare a fare un’esperienza come quella di corpocoscienza.
Prendere consapevolezza che esiste una connessione tra corpo e mente è stata per me una grande scoperta.
Con la vita frenetica che abbiamo tra impegni di lavoro, famiglia ed altro ci siamo forse dimenticati che c’è un corpo che in tutto questo ci sostiene; ecco nel mio caso incontrando Margareth e con lei la pratica di corpocoscienza ho riscoperto il mio corpo in ogni sua parte, dalla punta dei piedi alla testa.
Durante le sedute è stato come risvegliare il mio corpo e Margareth lì con la sua presenza discreta e sempre pronta a guidarti e sostenerti.
Le emozioni bisogna farle arrivare e viverle: il corpocoscienza mi è servito anche a questo….
Grazie Margareth
Gabriele

 

“L’incontro con corpocoscienza e con Margareth ha avuto luogo dopo un periodo di grande riflessione su di me e con la necessità di cambiare il modo di gestire le situazioni di ansia che mi capitavano a partire dal periodo scolastico e continuando con il periodo lavorativo. Nei momenti in cui gli impegni si accavallavano subivo un malessere sia a livello umorale che fisico. Con l’incontro con corpocoscienza e Margareth ho appreso degli strumenti che mi hanno aiutato molto ad affrontare le mie paure e le mie ansie. Se prima cercavo di celare la tensione e il malessere reprimendola al mio interno, dopo sono riuscito, da prima con le sedute individuali e poi un po’ alla volta anche in maniera autonoma, a non farmi aggredire dallo sconforto, concentrandomi sulle mie sensazioni e sul mio corpo sono riuscito a migliorare il modo di relazionarmi con me stesso e con gli altri nelle situazioni di stress e non solo. Corpocoscienza è stata la risposta che mi serviva per dare una equilibratura alla mia vita e alle mie sensazioni, non sono più in balia delle situazioni e così riesco ad affrontarle meglio.”
Angelo